da qui puoi andare subito al contenuto principale

Le rubriche di Quicampania


tre foto della campania e logo quicampania
icona per aumentare la dimensione dei caratteriicona per diminuire la dimensione dei caratteri

Napoli milionaria!


La napoletanità della grandissima Regina Bianchi La napoletanità della grandissima Regina Bianchi


Napoli milionaria!
è una delle più famose commedie di Eduardo de Filippo. Ambientata durante la seconda guerra mondiale, fu scritta e rappresentata per la prima volta quando l'evento bellico non era ancora terminato; fa parte della raccolta "Cantata dei giorni dispari", insieme ad altri grandi capolavori come Filumena Marturano e Questi Fantasmi.
Napoli milionaria, al pari di altre opere di Eduardo, ha conquistato popolarità anche grazie alla rappresentazione televisiva; siamo nel 1962, regista e protagonista principale è Eduardo, donna Amalia è interpretata da un'inarrivabile Regina Bianchi, il figlio Amedeo da Carlo Lima, la figlia Maria Rosaria da Elena Tilena, Settebellizze da Antonio Casagrande, il brigadiere da Pietro Carloni, Miezo Preveto da Ugo D'Alessio, il ragioniere Spasiano da Lello Grotta; in poche parole, un vero e autentico squadrone!

Anche per questa grande opera di Eduardo, potremo contare per lo sviluppo di alcuni argomenti sul contributo di Emanuela Catalano, autrice di numerosi saggi sul drammaturgo napoletano.





Napoli milionaria! : un po' di storia

Napoli milionaria! fu scritta nei primi mesi del 1945 e fu rappresentata al San Carlo il 25 marzo dello stesso anno. E' questo un periodo molto particolare per Napoli; la guerra non è finita, Napoli è stata liberata da diversi mesi dall'occupazione tedesca (le Quattro Giornate sono del settembre 1943), l'unica autorità è rappresentata dal Comando delle Forze Alleate. La città vive di contrabbando, spesso incentivato dallo stesso comportamento dei soldati americani; l'economia si basa ampiamente sul giro di denaro mosso dalle spese dei militari in libera uscita per le strade della nostra città. Nascono tanti amori di breve durata, senza futuro, tra ragazze del popolo e soldati in cerca di un po' di affetto e di calore umano.
Sono migliaia i cosiddetti figli della guerra, spesso di razza mista, cosa quest'ultima che non consente alle famiglie delle giovani mamme di poter inventare qualche strana storia per giustificare gli eventi (vedi la famosissima canzone Tamurriata nera).
In questo contesto storico nasce Napoli milionaria!; quando viene rappresentata per la prima volta al San Carlo, la guerra non è finita (come ripete più volte il protagonista) e, pertanto, come Eduardo racconterà in seguito, il pubblico segue con tale partecipazione la rappresentazione che alla fine vi sono tantissimi applausi, ma anche tanti pianti e tante lacrime. In questa prima rappresentazione della Compagnia "Il Teatro di Eduardo con Titina De Filippo", il protagonista era ovviamente Eduardo stesso, donna Amalia Titina de Filippo; tra gli altri attori, Dolores Palumbo, Tina Pica e Pietro Carloni.
Napoli milionaria! ebbe poi una sua rappresentazione cinematografica nel 1950 a cura dello stesso Eduardo, con la partecipazione di un grande Totò.

Napoli milionaria! è stata rappresentata successivamente in molti Paesi in tutto il mondo, finanche in Giappone!


per tornare all'indice





 Per condividere l'articolo su Facebook o Twitter clicca sull'icona!
Facebook Twitter


Quale voto dai a questo articolo?

INVIACI UN COMMENTO

Aspettiamo i tuoi suggerimenti, le tue critiche, i tuoi commenti!


SEGNALA AD UN AMICO

Se il sito o un articolo ti sono piaciuti, perchè non dirlo ad un amico?