da qui puoi andare subito al contenuto principale

Le rubriche di Quicampania


tre foto della campania e logo quicampania
icona per aumentare la dimensione dei caratteriicona per diminuire la dimensione dei caratteri

Annunciazione Annunciazione!



Annunciazione Annunciazione! è un famosissimo sketch di Massimo Troisi e della sua Smorfia; il titolo ufficiale è "Natività".

Lo sketch fu proposto nella famosa trasmissione televisiva, della seconda metà degli anni '70, No Stop; la trama è estremamente semplice: Massimo Troisi interpreta la parte della moglie di un modesto pescatore; la donna viene coinvolta per errore nella scena dell'Annunciazione, in quanto l'Arcangelo Gabriele, interpretato da Lello Arena, pressoché semi-cieco, la scambia per Maria, la futura madre di Gesù. Partecipa all'equivoco anche un Cherubino, Massimo De Caro, che la nostra Maria scambia per un venditore di libri.

Lo sketch è ricordato come "Annunciazione Annunciazione!" per il "chiassoso" e ripetuto ingresso di Lello Arena, l'Arcangelo Gabriele, in scena :
" Annunciazione! Annunciazione! Tu Marì Marì fai il figlio di Salvatore. Gabriele t'ha dato la buona notizia. Annunciazione! Annunciazione!".
Il tutto accompagnato dal suono di una trombetta e dallo sbattere violento delle scarpe per terra.

Abbiamo chiesto ad Alfredo Cozzolino, l'amico di sempre di Massimo Troisi, cosa ricorda di questo grande sketch. Ecco il suo racconto: "Massimo era cresciuto in una famiglia molto ma molto religiosa; in particolare la mamma ci teneva a educare Massimo secondo i principi della nostra religione. Accadde poi che alle scuole elementari, Massimo ebbe per insegnante un sacerdote "tutto d'un pezzo". Un omaccione grande e grosso, con una voce stentorea: ogni qualvolta si parlava di religione e dei tanti episodi del Vecchio e Nuovo Testamento, gridava a gran voce i passaggi fondamentali delle varie storie; tra questi, vi era anche "Annunciazione! Annunciazione!". Troisi, circondato da educatori religiosissimi, "esorcizzò" in qualche misura questa esperienza educativa creando questo ad altri episodi dove, con molto tatto, prese un po' in giro la religione.



 Per condividere l'articolo su Facebook o Twitter clicca sull'icona!
Facebook Twitter


Quale voto dai a questo articolo?

INVIACI UN COMMENTO

Aspettiamo i tuoi suggerimenti, le tue critiche, i tuoi commenti!


SEGNALA AD UN AMICO

Se il sito o un articolo ti sono piaciuti, perchè non dirlo ad un amico?